Life

Arrivederci 2016. Guardandosi indietro attraverso i 5 sensi + uno

29 dicembre 2016

Grazie 2016 sei stato l’anno più bello e incredibile che abbia mai vissuto.

Sei stato l’anno dei miracoli, che davvero esistono e accadono.
Sei stato l’anno della rinascita. Delle rivelazioni.
Delle conferme continue e nello stesso tempo dei dubbi.

Ho finalmente capito chi voglio essere, dove voglio stare, come voglio vivere, e chi voglio avere intorno.

Mi hai viziata, mi hai fatto capire che si può vivere, desiderare e ottenere al di là della campana di vetro in cui mi sono sempre abituata a vivere.

E’ stato un anno sconvolgente, ricco di passioni, di scoperte e di novità.
Per cui ho deciso di ripercorrere il 2016 attraverso i 5 sensi + uno.

VISTA.

All’inizio dell’anno ho visto un bivio pazzesco, ho preso una decisione e inevitabilmente mi sono trovata davanti a due strade a dover decidere dove andare. Per risolverlo sono andata a trovare una vecchia amica: Assisi. Pensieri, parole e.. sono davanti a un bivio Sono ritornata a Milano e ho cercato di emozionarmi vedendola dall’alto in una calda giornata estiva Hightline Galleria passeggiando sopra la storia milanese e tra le leggende di una giornata di novembre a San Bernardino alle Ossa

OLFATTO.

Ho respirato un’infinità di profumi. Dal soffritto con aglio, al profumo di fragola. Il mio preferito? Indubbiamente il profumo del mare che ti risana completamente. Ho iniziato a respirarlo virtualmente con un divertente iconografia di Alpitour I miei modi di viere il mare – Che tipo da spiaggia sei? ripensandolo con una lista Sardegna: 10 cose da fare e da vedere

GUSTO.

“Mangiamo per vivere non viviamo per mangiare”
Ho sempre pensato a questa frase come un mantra e l’ho sempre fatta mia. Ne ero pienamente convinta e lo sono ancora. Ma con l’esperienza a Valencia ho avuto un riavvicinamento alla cucina, e modestamente mi preparavo dei piattini niente male. Cucinare per se è coccolarsi e amarsi. Ma soprattutto mi sono innamorata della cucina spagnola, quei piatti così deliziosi, così colorati.

UDITO.

Quest’anno ho sentito tante buone parole, per mia fortuna lontano dalla cattiveria, o forse semplicemente ho smesso di dare peso a chi le pronuncia. In ogni città in cui sono stata ho apprezzato il suono delle campane in festa. Ho ascoltato musica di ogni genere per distrarmi e per prepararmi ai viaggi. La musica: la mia compagna di viaggio

TATTO.

Ho imparato ad avere tatto con le persone. A contare fino a 10 quando vorrei a tutti i costi dire una cosa. Che fatica! Ho sfogliato libri della biblioteca  Solo bagaglio a mano e La ragazza del treno e ho toccato libri sulle bancarelle a Barcellona Nella giornata mondiale del Libro – la festa di Sant Jordi Ho cercato gli uomini su Marte Dove sono finiti gli uomini maturi. Sono ritornati su Marte?

AMORE.

Per La Mia città Valencia.
L’unica vera città in cui abbia vissuto la Vita da Expat In cui mi sono perdutamente innamorata Valencia è la mia città dell’amore e che ho scoperto Attraverso i 5 sensi
Dove mi sono improvvisata elettricista con problemi di spine e adattatori E’ ritornato l’ordenador E ho svolto il mio lavoro da informatrice turistica anche qui, portandovi a passeggiare tra l’incantevole centro storico Un paseo por la ciutat vella e la città di Calatrava Una gita alla Ciutat de Les Arts i Les Ciènces vi ho svelato il mio Giardino Segreto in cui mi rintano per pensare, leggere e contemplare. Infine il tour tra i colori della Street Art nella Calle de los colores

Per i viaggi.
Sin da subito sapevo che sarei partita e ho scritto questo post Sono una viaggiatrice anomala ma in pochi hanno letto tra le righe. Ho svelato un piccolo scheletro nell’armadio parlando di Roma la città in cui ho fatto pace con i viaggi Ho fatto un piccolo tour a Monaco di Baviera la città fiabesca  e a Bolzano tra i mercatini di Natale

Per me stessa.
Ho iniziato a parlare dell’unico viaggio che tutti noi siamo chiamati a fare Il viaggio verso se stessi Ho affrontato una situazione che non mi era mai capitata prima d’ora e non sapevo come muovermi: La famosa Sindrome da Rientro, come si agisce? e Preferisco le esperienze alle persone. Grazie a tutte le persone che mi hanno dato supporto senza farmi sentire un’aliena.
Una cosa che ho imparato dalle Donne: l’amore verso se stesse.
E infine grazie, a chi mi ha aiutato a capire di continuare con i miei sogni e di portarli avanti nonostante ci sia sempre qualcuno che lo impedisca Travel blogger: passioni di viaggi e scrittura.

E’ stranissimo ripercorre e vedere tutti i post scritti in quest’anno. E’ stranissimo pensare che la maggior parte li ho scritti da un’altra scrivania, impegnata a spostare la tenda bianca ballerina che mi distraeva, con il sottofondo di una chitarra e musica spagnola. Ed è stranissimo vedere le foto così piene di luce, così vive che mi fanno commuovere.

Grazie 2016 perché mi hai mostrato la strada e ho notato che c’è molto da camminare. Ma io mi sono già allacciata gli scarponi e ho indossato lo zaino, e ovviamente i primi dolori alle spalle e le prime vesciche si fanno sentire, ma poco importa, il paesaggio che osservo è incredibile.

Per cui posso solo aprire le braccia piene di gratitudine pronta a ricevere altre meraviglie.

 

Per questo 2017 Vi auguro e Mi auguro

Un anno di bellezza osservata, scoperta anche quando è difficile trovarla.

Un anno di passioni da coltivare continuamente.

Un anno di gioia, sorrisi e abbracci donati e ricevuti.

Un anno ricco di sogni pensati, progettati e realizzati.

Un anno di avventura, di viaggi mai fatti verso posti nuovi e verso se stessi.

Un anno di coraggio, che ci spinga a fare esperienze mai provate e vissute.

Un anno di possibilità riceverne così tante da rimanere senza fiato.

Un anno di Amore per gli altri, per se stessi e per qualunque cosa incontriamo.

Un anno pieno, che ci sconvolga in positivo a 360°

Buon 2017!

  1. Mi fa piacere sapere che questo per te è stato un anno così pieno di sensazioni.
    Spesso mi sono ritrovata a pensare “sì, mi ricordo di quel post che ha scritto” e quindi mi è sembrato di aver vissuto quest’anno con te.
    Hai fatto (e ti sei fatta) tanti auguri bellissimi e io non posso che ricambiare. Ti abbraccio da lontano ❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: