Donne con la valigia

Come fare il passaporto: documenti per richiederlo

4 gennaio 2018

E’ la domanda per eccellenza che si digita su Google quando si deve richiedere il passaporto.

Dal 20 maggio 2010 viene consegnato un passaporto elettronico, costituito da un libretto di 48 pagine a modello unificato, dotato di un microchip in copertina, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.

Qui con il nuovo servizio della Polizia di Stato, si può prenotare ora, data e luogo per presentare la domanda per richiederlo, eliminando così le lunghe attese negli uffici. Se, come nel mio caso non dovessero esserci posti liberi, armatevi di santa pazienza, e affrontate le code in Questura. Devo dire che non è stato così tanto traumatico.

Ha una durata decennale, senza bisogno di rinnovo annuale e alla scadenza della validità, riportata all’interno del documento, non si rinnova ma si deve richiedere l’emissione di uno nuovo.

Documenti necessari.

1 – Modulo stampato della richiesta passaporto

Qui il modulo per maggiorenni Qui il modulo per minorenni

Si può presentare questa domanda nei seguenti uffici: la Questura, l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza o la stazione dei Carabinieri preseti nel luogo di residenza o domicilio.

Le impronte digitali vengono acquisite solo presso gli uffici della Polizia di Stato anche in tempi differenti rispetto alla presentazione dell’istanza, e sono trattenute solo per il tempo strettamente necessario alla lavorazione del documento. Poi una volta emesso vengono cancellate.

2 – Documento di riconoscimento valido

Carta di identità e relativa fotocopia da consegnare. Il documento di riconoscimento per eccellenza è la carta d’identità, se non doveste averla per svariati motivi, tipo rinnovo ecc. andrà benissimo anche la patente (così mi dissero in Questura).

3 – Due foto formato tessera identiche e recenti

E’ importante che le foto rispettino determinate regole adottate a livello internazionale, come non devono esserci capelli che coprano il viso, occhi chiusi, sfondo rigorosamente bianco ecc. per chi indossa gli occhiali da vista, sul sito della Polizia di Stato c’è scritto che si possono tenere, purché le lenti non siano colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto. I fotografi consigliano comunque di toglierli.

4 – Ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario

Il versamento va effettuato mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro. La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Io ho richiesto i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.

5 – Un contrassegno amministrativo da € 73,50

Da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio.

Una volta richiesto e consegnata la documentazione il documento viene rilasciato in due settimane circa.

La gioia che si prova nel tenerlo in mano fresco, appena fatto, è indescrivibile, quasi commovente.

Per informazioni più dettagliate Qui il sito della Polizia di Stato.

  1. Grazie per tutte le info! Devo farlo a breve e non sapevo proprio da dove partire. Voglio ampliare i miei orizzonti anche fuori Europa e il passaporto è una cosa che mi pesa non avere. Spero di farlo e sfruttarlo entro quet’anno 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: