Libro in valigia

Londra tra le pagine: 5 libri per farvi sognare la città.

10 febbraio 2015

Riprendo in mano questa rubrica, “Il libro sul comodino”, non che me ne fossi dimenticata, o che non legga più, anzi, solo che avrei da scrivere tantissime cose, e finisce che qualcosa me lo scordo. Nel frattempo ho trovato una soluzione al comodino strabordante di libri, ho optato per usa soluzione più easy da tutti i punti di vista: ho acquistato un Kindle, posso finalmente leggere libri di 1000 pagine senza rischiare che cadano dolcemente sullo sterno perché per sbaglio mi sono distratta o addormentata, leggero, maneggevole, luminoso, intimo, ormai io e il mio Kindle abbiamo una relazione indivisibile. Devo dire che mi fa strano tenere in mano dei libri di carta, per quanto li adori comunque, e la biblioteca rimane sempre il mio punto fermo. Comunque con questa rubrica cresce la mia voglia matta di inscrivermi a un Club del Libro, come fanno vedere in alcuni film che ci si ritrova una volta al mese per discutere del libro che si è letto e sceglierne uno nuovo da leggere, che fa tanto Bree Van de Kamp, ahhh il mio sogno. Ho provato a cercare, ma non ho trovato nulla a Milano, magari sarò più fortunata a farlo online. Io ci provo, amanti della lettura e non, chi vuole partecipare su Twitter e social vari #ilclubdellibro o #illibrosulcomodino. Ma bando alle ciance, vi segnalo cinque libri che vi faranno sognare e vivere Londra al meglio.

1 – “ Innamorarsi a Notting Hill ” di McNamara Ali
Una classica lettura da sotto l’ombrellone che si legge velocemente alla quale non si può rinunciare se è piaciuto il film Notting Hill; io l’ho letta durante l’attesa in aeroporto e nei vari spostamenti. La classica commedia romantica divertente che tra varie vicende insegna come possa cambiare la vita un batter d’occhio con un’occasione buttata li per caso, e ovviamente non manca mai il lieto fine. Ad accompagnare tutta la vicenda diverse citazioni dei film classici e non, perché la protagonista Scarlett O’Brien, cinofila, sogna una vita da film in tutti i sensi. Inevitabile il sognare di ricevere un invito per trascorrere un mese in una villa di Notting Hill.

2 – “ La mia Londra ” di Simonetta Agnello Hornby
L’ho adorato, un racconto autobiografico di un immigrata siciliana a Londra, giunta per studiare e poi trattenuta dall’amore. Con le parole di Samuel Johnson che introducono ogni capitolo, ho apprezzato i racconti scritti al meglio, dalla scelta della casa al suo impegno per diventare avvocato, dal passeggiare con i bambini al quartiere degli avvocati fino a coronare il suo sogno. Un libro in cui si impara qualcosa di più sugli inglesi a tavola, sulle loro tradizioni, sul loro rapporto con la religione e con l’immigrazione straniera. Una visita virtuale della Città con occhi diversi in un’epoca diversa. Il desiderio è di ripercorrere strade, musei, parchi raccontati nel libro per visitare una Londra non turistica. “In una città nuova, mi lascio andare ai sensi e al caso. Senza pensare a niente, cammino, mi guardo intorno, mi unisco a una piccola folla curiosa, prendo i mezzi pubblici, compro il cibo di strada e mangio nei posti meno frequentati. Faccio una sosta, seduta su una panchina in un parco, bevendo una bibita in un caffè o appoggiata alla facciata di un edificio, come una mosca su un muro: e da lì osservo, odoro, ascolto. Se sono fortunata, piano piano l’anima del luogo mi si rivela”

Prendetevi tre minuti di tempo per guardare questo meraviglioso video della Londra di Simonetta Agnello Hornby

3 – ” 101 cose da fare a Londra almeno una volta nella vita ” di Giacomo Besenghi
Credo sia un libro fondamentale da leggere prima di partire o da tenere durante il vostro soggiorno, ci sono dei piccoli accorgimenti o delle piccole chicche che è piacevole conoscere, così non ci si sentirà un turista qualsiasi. Lo consiglio perché oltre a raccontare del museo, monumento o piazza che visitate, c’è sempre presente anche una parte di storia, o spiegazione sul perché si chiama cosi ecc, un modo piacevole per visitare e istruirsi divertendosi. Vi consiglio di acquistarlo in formato e-book così potreste portarlo in giro senza avere grossi pesi. Io ho prontamente trascritto tutto sulla Moleskine di Londra, e mi è dispiaciuto non leggerlo prima o durante la vacanza, sarebbe stato molto utile, ma purtroppo era in prestito a qualcun altro.

10666082_762385983826078_1532123011_n

4 – ” I segreti di Londra ” di Corrado Augias
E’ un saggio storico, impegnativo (di dimensioni pesanti, come sottolineavo prima, quasi 500 pagine) in cui vengono raccontati i luoghi della capitale britannica come Trafalgar Square, la Torre di Londra e l’East Side, svelando storie e misteri che si nascondono dietro le vie, i monumenti e i parchi londinesi. Racconta di personaggi protagonisti del loro tempo come Anna Bolena, Francis Drake, Karl Marx, i Beatles, Lady Diana e molti altri. Guerre, amori, denaro fanno da sfondo a un viaggio che spazia temporalmente dall’epoca elisabettiana, all’epoca vittoriana, passando per la Seconda guerra mondiale, per arrivare agli anni Sessanta. E’ interessante leggerlo per visitare la città legandosi a un epoca o ad un personaggio storico che può essere Sherlock Holmes, Jack the Ripper, pirati e molti altri. A Londra sono sempre più ricercati i tour sulle “strade” dei personaggi famosi, spesso accompagnati da scenari e maschere che vi portano a spasso per la città. Io che sono un po’ fifona preferisco ripercorrere le strade di Jack tramite questo libro, poi chissà che un giorno riesca a percorrerle dal vivo. Se amate la città e la storia vi consiglio di leggerlo, ne resterete sicuramente appagati.

5 – ” Sherlock Holmes ” di Arthur Conan Doyle
“Una volta eliminato l’impossibile, ciò che resta, per quanto improbabile, deve essere la verità.”
Sinceramente questo libro l’ho solo scaricato e ho iniziato a leggere le prime pagine. Questo è il classico libro di cui leggo l’e-book, ma che deve esserci necessariamente una versione cartacea nella libreria, sono solo 1300 pagine, sai com’è. Dopo varie ricerche ho trovato “Tutto Sherlock Holmes” della casa editrice Newton, in cui sono raccolti tutti i racconti, ma sono alla ricerca di una copia vecchia, consumata, magari perché no in inglese. Purtroppo nei mercatini non sono riuscita a trovare nulla, ma non mi arrendo e continuo la ricerca. Ovviamente non vedo l’ora di leggere questo libro, so che non mi deluderà.

E’ un classico della letteratura inglese, apprezzato da tanti e ancora di più dopo la serie tv di cui vede protagonista quel bel Sherlock interpretato da Benedict Cumberbatch. A Londra ho incontrato diverse persone che alla domanda “perché sei a Londra” inevitabilmente rispondevano “per Sherlock”. Come biasimarle.

Voi avete qualche suggerimento? Buona lettura.

    1. Ciao, si “101 cose da fare” è assolutamente da leggere, credo che mostri Londra sotto un altro punto di vista. Tutta la collana in se la trovo utilissima.
      Grazie di essere passata 🙂
      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: