Viaggi

Nymphenburg, un castello fatato nel cuore di Monaco

22 gennaio 2015

Sarebbe meraviglioso poter vedere i castelli della Baviera, se li cercate su Google sembrano decisamente usciti da una fiaba della Disney, ma per raggiungerli serve la macchina o ore di treni e mezzi pubblici vari. Ma ne esiste uno a 5km dal centro di Monaco che con la giusta atmosfera vi farà rimanere a bocca aperta.

Raggiungibile attraverso la metropolitana, fermata Gern, a soli 15 minuti di passeggiata, facilissimo da raggiungere con l’aiuto di una cartina, oppure chiedete a qualche passante che gentilmente saprà indicarvi la strada. Premetto come vedrete dalle foto, che io l’ho visto con la neve e il ghiaccio, il che per me rende ancora di più l’effetto fiabesco. Durante la passeggiata costeggiate un canale, Schlosskanal, ghiacciato ovviamente, cercate di resistete alla voglia di pattinarci sopra e lasciate che vi conduca magicamente a questa meraviglia.

Castello di Nymphenburg

Castello di Nymphenburg

Schloss Nymphenburg letteralmente “castello della Ninfa” palazzo in stile barocco, ex residenza estiva dei sovrani di Baviera. Si possono visitare all’interno gli appartamenti e gallerie in stile barocco e rococò, ma anche i musei delle Carrozze e delle Porcellane.

Ma prima di entrare, godetevi il meraviglioso parco che si estende all’esterno del palazzo, perdetevi tra la neve, le anatre che camminano, i gabbiani che strillano, e dei candidi cigni che danzano tra loro formando delle fantastiche figure con i colli intrecciati. Beh, si sa i cigni hanno un non so che di fiabesco.

Swan

Castello di Nymphenburg

Castello di Nymphenburg

Castello di Nymphenburg

Noi abbiamo visitato il palazzo con gli appartamenti e le gallerie. Il costo del biglietto si aggira intorno ai 6€ o 5€ se siete studenti o avete degli sconti particolari.

Appena entrati ad accogliervi c’è un maestoso salone Saal Steinerner o Salone delle Feste, con un affresco al soffitto che mostra Flora la ninfa e dea della fioritura circondata da un paesaggio arcadico che introduce la natura all’interno del castello. Lo scenario idilliaco degli dei dell’Olimpo rende omaggio alla prosperità e alla fioritura della Baviera.

Castello di Nymphenburg

Castello di Nymphenburg

La sensazione è quella di ritornare indietro nel tempo, di indossare ampi vestiti, parrucche stravaganti e di iniziare a danzare, è probabile che se aprite gli occhi vedrete una damina danzare e che vi insegni i balli di un tempo. Manca solo la musica come sottofondo, ma sicuramente ce l’avrete già da tempo nella testa, e magari come la sottoscritta vi sorprenderete a canticchiare la melodia della Bella Addormentata nel Bosco (Si sa, le favole della Disney ci hanno un po’ rovinate).

Da qui in poi visitate il palazzo dove alcune stanze mostrano ancora la loro decorazione barocca, mentre altre sono state successivamente ridisegnate in stile rococò o stile neoclassico. Un dipinto di com’era il parco agli inizi:

Castello di Nymphenburg

Avrei voluto più tempo per visitarlo, ammetto di essere veramente lenta, potrei impiegarci ore per guardare una stanza, è una passione che ho fin da piccola, ma si sa quando si è in compagnia bisogna pensare anche agli altri e accontentare tutti.

La residenza è magnifica d’inverno, ma durante la primavera dev’essere ancora più bella ma forse meno magica.

Se passate di qui dategli un occhio, ne vale davvero.

Qui tutte le info c’è anche una App da scaricare per visitare il parco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: