Viaggi

Una passeggiata tra la neve fresca di St. Moritz e sul Trenino rosso del Bernina

22 gennaio 2018

Gennaio per me è sempre stato un mese lungo, pesante e difficile da affrontare. Non credo sia dovuto dal fatto che abbia 31 giorni, ma forse che sia l’inizio del nuovo anno e debba ancora capire come muovermi.

Per cui perché non alleggerire questo interminabile periodo con un viaggio o con una gita fuori porta? Magari in montagna seguendo la stagione, così sembrerà un pochino più veloce e meno rigida l’attesa.

Ho pensato di partire con le gite organizzate e fare una passeggiata a St. Moritz salendo sul famosissimo Trenino Rosso del Bernina, spuntando così con enorme gioia un punto dalla mia Travel Wishlist.

Ritrovo all’alba e via che si parte per una nuova avventura.

Ho dormito durante tutto il tragitto, risvegliandomi in questo meraviglioso paradiso fatto di panna montata.

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

Unico problemino prima di scendere.. il termostato segnava -11 gradi.

Ma che siamo pazzi? Io non scendo, mi rifiuto. Ma che faccio, sono arrivata fin qui per rimanere su pullman? Si. No.. scendo.

Con mia grandissima scoperta faceva caldo, o meglio si stava bene. Perché non è il freddo di Milano, ma è secco ed è semplicemente perfetto.

L’opzione prevedeva o giretto in centro tra i negozi dai prezzi assurdi o passeggiata tra la neve fresca e i sentieri di montagna. Inutile dire cosa abbia scelto immersa nella meraviglia e nella bellezza della natura.

Lascio un po’ di foto per far capire cosa intendo.

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

Al termine di questa rigenerante camminata, un meritatissimo e leggerissimo pranzo con würstel e crauti e zuppa di cipolle. Non chiedetemi il perché.

Eccomi finalmente sul Trenino Rosso – Bernina Express che dal 2008 è Patrimonio mondiale dell’UNESCO, con destinazione Tirano.

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

La mia guida sul trenino era meravigliosa, non si vedeva, ma si sentiva e sopratutto quando diceva “lì o là vediamo” era un divertimento capire dove stesse indicando. Con la neve si perde la differenza tra il lago bianco e il lago nero e altri piccoli dettagli, perché purtroppo è tutto coperto, ma il paesaggio lascia comunque a bocca aperta!

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

Anche qui la meraviglia ti circonda.

Si è sempre tutti un po’ presi a fotografare, cercando di immortalare anche il più picco dettaglio, questo vale anche per me, ma alla fine è meglio arrendersi e godersi il paesaggio.

La bellezza vi riempirà gli occhi e il cuore.

St. Moritz - Trenino rosso del Bernina

Che aggiungere.

Ho vissuto davvero in un sogno ad occhi aperti pieno di bellezza e di meraviglia.

Mi piacerebbe rivederlo in un’altra stagione, magari con i colori dell’autunno.

 

  1. Anche nella mia Travel Wishlist c’è il Trenino del Bernina. Ho sempre pensato che ci sarei voluta andare d’estate, ma vedendo le tue foto inizio a tentennare.

  2. Pure io non sono una grande amante del freddo e ogni inverno rimando i viaggi non indispensabili alla primavera. Le poche volte però che mi convinco ad andare in montagna mi diverto sempre nonostante il freddo. Direi che è ora di vincere la pigrizia e correre a fare le ultime foto innevate!

  3. Il trenino rosso del Bernina è una di quelle esperienze che vogliamo fare da anni con mia madre, ma che per un motivo o per l’altro abbiamo sempre rimandato. Con questo post mi hai risvegliato la voglia di andare!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: