Il Viaggio verso se Stessi

Travel Blogger: passioni di viaggi e di scrittura – Sogno o son desta?

22 dicembre 2016

Ho deciso di scrivere questo post grazie alle parole di una grande Travel Blogger – Monica, che mi ha dato uno spunto di riflessione e di coraggio. Gli aiuti ci vengono dati sempre nel momento giusto, per cui ho aperto Twitter ed ecco qui il suo articolo, la risposta e la spiegazione che tanto aspettavo.
L’articolo in questione è il seguente (Qui).

Come lei mi sono sentita accusata durante una chiacchierata di lavoro, nel settore viaggi, di non aver visto abbastanza. Nella suddetta chiacchierata mi è stato fatto notare, in modo poco educato e professionale, che io non avrei dovuto mettere come hobby “viaggi – scrittura di viaggi” perché pare che non abbia abbastanza timbri sul passaporto per definire quella passione e per potermi attribuire quel titolo.

Personalmente non credo esista un albo o un registro dei Travel Blogger o dei Viaggiatori, che in base alla frequenza annuale o mensile dei viaggi, ti faccia ritenere tale. Ma soprattutto non credo si debba giudicare qualcuno solo perché non ci fornisce le spiegazioni che vorremmo.

Per me è stato un colpo basso, difficile da accettare perché mi sono sentita colpita nel mio intimo, nei miei sogni e nei miei desideri, che continuo a coltivare giorno dopo giorno.

Non credo esista una definizione di viaggiatore o una caratteristica personale che possa giustificare la parola viaggio sotto la voce hobby.

Wikipedia riporta questa definizione:

Il viaggio è lo spostamento che si compie da un luogo di partenza a un altro distante (relativamente ai propri mezzi) dal primo. Il viaggio può essere locale, regionale, nazionale o internazionale. [..] Il viaggio può essere inteso non solo in senso fisico, in un contesto spazio temporale, ma anche in senso metaforico come espressione di abbandono, ricerca interiore, desiderio. Vi sono molte opere che mettono in evidenza il viaggio inteso come ricerca interiore o desiderio. [..] Le motivazioni per l’atto del viaggiare comprendono il piacere, il rilassamento, la scoperta e l’esplorazione, il desiderio di conoscere altre culture e di prendere del tempo personale per la costruzione di relazioni interpersonali.

 

Io lo associo spesso a una valenza positiva come viaggio = curiosità = bellezza.

Curiosità di scoprire, di mettersi in gioco, di conoscere e di conoscersi.
Bellezza che i viaggi sanno regalare, quel tipo di bellezza che affascina, unica, che però si può trovare passeggiando nel centro della propria città o in una gita fuori porta, senza necessariamente dover prendere un aereo per trovarla.
Il termine viaggio può voler dire tutto e significare nulla.
E’ troppo personale e soggettivo per essere giudicato.

Ed è vero che i viaggi principalmente si fanno, ma in certe circostanze e in certe realtà possono essere fatti solo virtualmente, leggendo quello che altri scrivono per noi, informandosi, e iniziando a pianificare un viaggio che chissà quando si farà.

Ed è anche vero che ci sono certe persone che hanno visitato quasi tutto il mondo, e con la giusta umiltà nel raccontarlo, ti fanno sentire microscopica ma piena di meraviglia e adulazione nei loro confronti.
Ma quelle sono altre persone e altre storie.
Questa è la mia, sempre in work in progress, e i capitoli principali sono questi.

Qualunque cammino inizia con un passo dietro a quell’altro, costruendolo con i tempi che occorrono.

Per cui si, continuo a tenere sotto la voce hobby le parole viaggi e scrittura, e continuo a farlo e a desiderarlo, nonostante incontri chi abbia da criticare e da distruggere.

Concludo con queste stimolanti parole presenti nel libro “Big Magic – Vinci la paura e scopri il miracolo di una vita creativa – di Elizabeth Gilbert”

“Fate ciò che vi fa sentire vivi. Seguite le vostre passioni, ossessioni e compulsioni. Fidatevi. Create a partire da qualsiasi cosa provochi una rivoluzione nel vostro cuore.

Il resto verrà da sé”.

Photo credit | Internet

  1. Grazie Laura (e grazie Martina) per aver letto il mio post un po’ “fuori dalle righe”.
    Non ti abbattare, non permettere mai a nessuno di giudicare le tue passioni e i tuoi sogni.
    Ci ho messo così tanto a capirlo io.
    E come te, spesso nel lavoro sono stata messa in un angolino…mi sono abbattuta, scoraggiata, ma poi ho capito che in fondo ho già fatto tanto e anche se viaggio poco, questo poco mi basta e mi rende felice.
    Ci sarà sempre qualcuno pronto a giudicare, pazienza.
    Segui la tua strada, a testa alta 😉
    Ti auguro buoni nuovi viaggi, ma soprattutto ti auguro di viverli sempre così, con freschezza e serenità. Un abbraccio gigante!! Grazie.

    1. Monica, grazie ancora. Le tue parole e i tuoi consigli sono stati molto preziosi.
      Grazie per avermi fatto capire qualcosa che mi era poco chiaro: difendere i propri sogni e desideri.
      Buoni viaggi anche a te, un super abbraccio 😉

  2. Ho letto il post di Monica perché ho visto che l’avevi condiviso su Twitter.
    Non posso che essere d’accordo con voi.
    Ogni volta che capita di dire a qualcuno che ho un blog di viaggi, la reazione è sempre la stessa: “Ah, ma allora sei sempre in giro!” “Ehm, no” “Ah…” e poi spesso fanno una smorfia o un’alzata di sopracciglio.
    Ho imparato a non farci caso, perché tante volte sono le stesse persone che vanno in un luogo splendido per poi stare chiusi in un resort h24.
    Ho un blog perché mi piace scrivere e condividere ciò che scrivo, parlo di viaggi perché sono la mia passione più grande. Non bisogna giudicare dal numero di aerei o treni presi, ma da cosa portiamo a casa ogni volta e da cosa condividiamo poi. Se vogliamo farlo. ❤
    Un bacione ❤

    1. Grazie Marti, non sai quanto mi faccia piacere sentire che accade anche a te. Credo sia un problema comune. L’importante sarebbe riconoscere subito queste persone, catalogarle come tali, senza dar alcun peso alle loro parole. Poco per volta riuscirò a costruirmi questa corazza ed evitarle. Grazie ancora mi sento in buona compagnia 😉 un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: