Valencia

Valencia vita da Expat: tra arte, musica e tranquillità.

27 aprile 2016

Sono a Valencia!

Rimango coerente con la mia personalità, con i miei modi atipici di viaggiare che ho già introdotto in questo post “Sono una viaggiatrice anomala“, e annuncio che ormai sono già due settimane che sono espatriata.
Credo di far parte, o comunque mi auto invito nella comunità degli Expat!
Ah, quanta gioia in una parola.

Sono in Spagna, precisamente a Valencia pronta a far Fiesta! Scherzi a parte, ho vinto una borsa di studio che mi permette di lavorare e studiare all’estero, rimanendo nel mondo del turismo.

Sto scoprendo una città che non mi aspettavo, che non credevo, ricca di spagnoli, italiani, argentini, espatriati, turisti, accomunati dall’amore per questa città inattesa.
Giusto per dare due numeri, 800.000 abitanti. Più di 1,8 milioni di visitatori all’anno. 300 giorni di sole all’anno.

La mia guida cita testuali parole:

“Coccolata tra terra e mare, baciata dal sole, Valencia la dinamica, piena di mercati, manifesta la sua gioia di vivere nei colori della moda, nelle gustosissime paellas, nei caffè stravaganti e nelle vivaci fiestas famose in tutta la Spagna, che vanno avanti l’intera notte.”
Puoi non lasciarti coccolare?

Valencia è la città della tranquillità. La gente è pacata, non corre mai, arriva agli appuntamenti quando può, tanto non c’è fretta, ci si vede comunque. E’ una città che ha sempre in sottofondo le chiacchiere liete della gente che passeggia per il gusto di passeggiare, che ride e che si diverte.

Valencia è musica. In sottofondo si sente sempre uno strumento musicale, una chitarra classica o un violino che accompagnano la giornata.

Valencia è arte. Ricca di edifici dalle forme pazzesche, dagli angoli inaspettati. Dall’epoca medioevale, a quella Rinascimentale, fino al Modernismo delle strutture futuriste di Calatrava. E’ una città da guardare rigorosamente con il naso all’insù.

Valencia è religiosità. Dalla maestosa cattedrale alla chiesetta semplice, ma non meno importante, presente in ogni angolo della città.

Valencia è una tenda bianca che danza al ritmo di chitarra e di vento caldo.

Valencia è una donna timida, che ha bisogno di essere corteggiata, di farsi scoprire poco per volta, per poi lasciarti inevitabilmente innamorare.

Valencia è pura, semplice, poesia.

Siete pronti a scoprire Valencia con me?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: