Milano

Un giro dolcissimo tra le nuvole milanesi.

31 marzo 2014

Sabato mattina assolato, sveglia presto, direzione Nike store in Piazza Gae Aulenti.

All’uscita della metro, una ragazza carinissima mi dà in mano un foglietto dicendomi di andare in piazza Gae Aulenti a ritirare un omaggio Perugia. Tipo che il cane di Pavlov non era nulla in confronto a me nel sentire la parola P.E.R.U.G.I.N.A. Maccome, io dovevo andare al Nike store per vedere dell’abbigliamento sportivo, quindi per andare a correre, ergo dimagrire, ergo stare in forma, e la Perugina mi fa questi scherzi, mi tenta?!?

Allora penso e mi convinco:

“Non leggere il foglietto, è inutile, ce la puoi fare, ci sarà un semplicissimo e piccolissimo chiosco della Perugina in cui regalano gelati, niente di impossibile”. Ma chissà perché nel frattempo mi vedevo davanti tutti i gli stand presenti all’Eurochocolate, e non è che poi siano du cosettine piccoline.

“Ma a Milano? Ti pare? Noo, non siamo mica all’Eurochocolate”. Tutto questo ragionamento mentre salivo le scale per arrivare in piazza.

Mi ripetevo a mo dì mantra, “sisi, sarà un chiosco piccolissimo”. Ahh, ho lanciato un urlo appena ho visto una cosa gigante, chiamata ruota panoramica, della Perugina.

Esattamente questa cosa qui:

 photo 245f2190b73311e387cc12ac8cffcf8a_8.jpg

 photo 0852204eb73111e39400129d4d7ab232_8.jpg

E che fai, non ti metti in coda per salire? No ovvio. Sali sulla ruota. E vuoi che quelli della Perugina ti lascino girare tranquilli. Nooo, ovvio, ti omaggiano questo dessert da mangiare mentre sei sulla ruota che si chiama appunto “Nuvole”.

Non potete capire la bontà..

Riporto quanto scritto sul sito della Perugina:

Perugina Nuvole unisce la tradizione del cioccolato Perugina all’innovazione di un dessert montato a neve caratterizzato da una consistenza particolarmente soffice e leggera che si scioglie al palato per offrire una nuova unica sensazione di piacere. La gamma si compone di due gusti: Perugina Nuvole al Cioccolato al latte e Perugina Nuvole al gusto Fiordilatte

Ditemi che anche voi non vi sentite il povero cane di Pavlov e non state correndo al supermercato più vicino.

C’è chi li ha provati entambi, ma io avevo un unico obiettivo in quella piazza il Nike store. Si vabbè, ormai un po’ sfuocato per via del dessert dolcissimo mangiato, ma dovevo andarci!

Comunque la piazza vista dall’alto è spettacolare, il palazzo dell’Unicredit è sempre alto e irraggiungibile, ma si era davvero tra le nuvole e nel blu del cielo di Milano.

Aspettando un po’, ma alla fine sono riuscita ad entrare nel negozio. E’ possibile che quel posto mi ricarichi nella mente e nello spirito? C’è un armonia che ha qualcosa di magico. Ho un progettino in mente che non svelerò finche non avrò ottenuto qualche risultato sano e attendibile, nel frattempo, mi limito a fare tante piccole visite per ricaricarmi sempre di più.

Scappando velocemente da quella piazza calorica, ci siamo diretti passeggiando verso il centro sotto il bellissimo e caldo sole.

Non dico che coda c’era da Eataly, incredibile.

Nel weekend a Milano si fa il brunch, e ne ho scoperto uno differente dai soliti e salutare, rimanendo in tema detox, e dato che il dolce ormai era andato.

Menù molto vario, noi abbiamo scelto Carpaccio di bresaola, vino, carpaccio di ananas e caffè 12 € a testa. Buonissimo e freschissimo. Consiglio!

 photo 2fe3cb80b74511e39a0b0a985b09a160_8.jpg

L’indirizzo:

Caffè del Carmine, P.zza del Carmine 1, Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: