Valencia

Valencia: una passeggiata nella città vecchia

20 maggio 2016

o come si dice qui “un paseo por la ciutat vella

Pronti a passeggiare per la città vecchia di Valencia?

Venite con me.

Si parte da Calle de la Paz. Per me, tutto gira intorno a questa strada.
E’ semplicemente meravigliosa: l’architettura, i palazzi, i negozi deliziosi, e la visuale che si ha alla fine di questa.
La maestosa torre della Iglesia de Santa Catalina, che sorge sui resti di un’antica moschea risalente al periodo mussulmano. La chiesa barocca, in sé è molto semplice, ma con vetrate d’effetto. La particolarità è che si può salire sulla torre, solo al mattino, attraverso una scala a chiocciole dai gradini altissimi, per arrivare in cima e godersi parte della città dall’alto.

santa-catalina-valencia-iglesia
– Vista dalla torre di Santa Catalina –

Una volta scesi da qui, ci si può dirigere verso la Plaza de la Reina, dove troverete l’imponente Catedral. Risalente al tredicesimo secolo, è caratterizzata da diverse tendenze architettoniche, come lo stile romanico, gotico e barocco. All’interno di questa si trova custodito il calice del Santo Graal, calice utilizzato da Cristo nell’ultima cena.

Vi consiglio di fare la visita guidata con l’audioguida, ne vale la pena e scoprirete aspetti meravigliosi. Elemento importante è il campanile, il Miguelete, alto 51 metri, e anche qui si può salire per avere una vista completa della città, fino al mare.

catedrale-valencia
– Facciata della Catedrale. A sinistra il Miguelete –

Uscendo dirigetevi nella Plaza de la Virgen, per visitare la Basilica de la Virgen de los Desamparados. Unita alla cattedrale da un arco rinascimentale, è la chiesa dedicata alla patrona della città. Maestosa la cupola affrescata, dove sotto questa si trova la statua della Vergine degli Abbandonati.

catedrale-valencia

Valencia-viaggi
– Plaza de la Virgen –

Ora prendetevi una meritata pausa.

Gustatevi un freschissimo gelato tipico di qui. E’ un cubotto di gelato, a voi la scelta dei gusti, racchiuso in due sottilissimi fogli di biscotto. Vi avverto che ci vuole un’impresa per mangiarlo. E’ probabile che alla fine vi ritroviate come la sottoscritta con solo il gelato in mano, avendo terminato i biscotti.

Riprendiamo il tour.

Vi porto nel posto che personalmente mi ha letteralmente incantata, lasciandomi senza parole. Il museo in questione si chiama L’Almoina. E’ un centro archeologico, costruito in corrispondenza dei resti venuti alla luce durante gli scavi dal 1985 al 2005. E’ possibile ripercorrere parte dell’originario cardo e decumano e vedere i resti delle colonne del foro romano ancora in situ. Si contempla la parte monumentale della città romana, visigota e araba.
Sinceramente è il mio preferito. Vedere tutta una città sommersa, passeggiare tra la storia, le anfore ritrovate, lascia letteralmente senza fiato e commuove. Ho visitato questo museo insieme a una coppia di inglesi, i tipici nonnini con le guanciotte rosse. Lei continuava a ripetere “Magnificent” e io continuavo ad annuire, senza parole.

Ora di pranzo. Ora di mercato!

Dirigetevi al Mercado Central, aperto solo alla mattina, fino alle 15.00, è il più grande d’Europa e all’interno si possono trovare tutti i prodotti tipici freschi di Valencia. E’ ospitato in un palazzo Art nouveau del 1929, ed è un susseguirsi di cupole, vetrate e ceramiche.

mercado-central-valencia

IMG_2039

Ultimo ma non meno importante, la Lonja de la Seda. Ho imparato a pronunciarlo e sono felicissima. E’ l’orgoglio di Valencia, Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO nel 1996. Un capolavoro in stile gotico del 1482-1498 che evoca l’età dell’oro e del commercio. L’edifico merlato integra tre influenze: stelle ebraiche nel decoro delle porte, fila di finestre dagli archi arabi, maestosa sala a forma di croce, con arredo che simboleggia l’oasi. La parte interna, el Salon de Contratacion, ha 24 “palme di pietra”, colonne elicoidali, alte 16 metri.

Anche qui vi consiglio di fare la visita con l’audioguida, rimarrete sorpresi dalle tante curiosità che vi sveleranno e dalla bellezza che era, ed è tutt’ora, questo mercato.

lonja-seda-valencia

lonja-seda-valencia

Vi è piaciuto questo primo tour per Valencia?
Rimanete con me, e vi svelerò tutte le meraviglie di questa città.

Ah, tutte le informazioni che trovate qui, sono ricopiate dal libro che mi sto costruendo di Valencia, con appunti presi un po’ qua e un po’ là. Se dovesse esserci qualche informazione incorretta o poco approfondita, segnalatela. Siete i benvenuti e sarò lieta di cambiarla qui, e sul mio super librone. Grazie.

Hasta luego!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: